La Green Card, o carta verde, è un permesso di soggiorno permanente per vivere e lavorare negli Stati Uniti a tempo indeterminato senza restrizioni.

Esistono principalmente tre modi per ottenerla:
• ricongiungimento familiare ad un cittadino americano;
• tramite sponsorizzazione da parte di un datore di lavoro americano;
• attraverso il programma EB-5.

Per ottenere la Green Card attraverso il ricongiungimento familiare è necessario che il parente cittadino americano dimostri di possedere uno dei seguenti legami familiari:
• moglie o marito
• figlio/a al di sotto dei 21 anni
• figlio/a nubile o celibe al di sopra dei 21 anni
• figlio sposato di qualsiasi età
• fratello o sorella di almeno 21 anni
• genitori di cittadini americani di almeno 21 anni

Il cittadino americano dovrà sottoscrivere la richiesta di un visto immigrante compilando il modello I-130, dovendo inoltre dimostrare di poter sostenere economicamente il beneficiario della richiesta.

Nel caso in cui il richiedente non sia cittadino americano ma sia dotato di Green Card , è possibile fare domanda per il visto solo per marito o moglie, o figlio/a non sposato. La legge d’immigrazione americana prevede inoltre un sistema di ricongiungimento familiare basato su quote annuali, con tempi di attesa che variano a seconda del grado di parentela. Solo gli “immediate relatives” ovvero i familiari più stretti di cittadini americani non sono soggetti ai tempi di attesa legati alle quote annuali.

Rientrano in questa categoria:
• il coniuge di un cittadino americano se il matrimonio è stato contratto da più di 2 anni ; in caso contrario verrà rilasciata la green card condizionale, con durata di 2 anni;
• il figlio minore di un cittadino americano;
• i genitori di un cittadino americano che abbia almeno 21 anni

Per tutte le altre categorie (figli non sposati di cittadino americano, coniuge e figli minori dei possessori di Green Card, figli non sposati di possessori di carta verde, figli sposati di cittadino americano, fratelli e sorelle di cittadino americano), i tempi di attesa variano a seconda della categoria. L’attesa può essere da pochi mesi a più di 10 anni. Durante il tempo di attesa non è possibile vivere negli Stati Uniti fatta eccezione per il caso in cui il beneficiario ottenga autonomamente un visto di lavoro. Solo agli immediate relatives è data la possibilità di restare negli Stati Uniti durante il processo di ricongiungimento, attraverso un procedimento chiamato Adjustment of Status.

Per ottenere la Green card tramite la sponsorizzazione di un datore di lavoro americano è necessario che quest’ultimo fornisca prova che non ci sono lavoratori americani disponibili a ricoprire quella carica lavorativa offerta. Si tratta di una forma di tutela al lavoro per i cittadini e residenti americani.

I tempi di attesa vanno dai 3 ai 5 anni, fatta eccezione per alcune categorie ovvero:
• le persone di straordinaria abilità (visto EB-1);
• professionisti che hanno conseguito un master degree in America (visto EB-2).

Il datore di lavoro americano intenzionato ad assumere un dipendente straniero dovrà inoltre compilare il modulo I-140, Petition for Alien Worker. Molte categorie d’impiego richiedono inoltre la compilazione del modulo ETA-750.

Altro modo per ottenere la Green Card è quello del programma EB-5, ovvero attraverso un investimento da 1 milione di dollari in un’azienda americana con più di 10 lavoratori, o attraverso un investimento di 500.000 dollari in un centro regionale approvato dal dipartimento d’immigrazione.

Il tempo richiesto per ottenere la Green Card tramite il programma d’investimento EB-5 è di circa 1 anno dall’inizio dell’applicazione. Una volta approvata, ogni membro della famiglia (coniuge e figli di età inferiore ai 21 anni) è inoltre eleggibile per ricevere la Green Card.

L’estensione della carta verde anche ai membri della famiglia consentirà agli stessi di potersi trasferire in America con l’investitore principale.

Gli investimenti di 500.000 dollari, possono essere fatti tramite centri regionali USCIS; questi sono organizzazioni finanziariamente stabili e approvate da USCIS, nei quali vengono raccolti fondi da investitori stranieri che vogliono emigrare negli USA ma non hanno interesse a gestire da soli la propria azienda.

Pertanto, l’investimento nei centri regionali consente di delegare l’amministrazione dell’investimento a delle organizzazioni finanziariamente stabili, che sono definite proprio come entità economiche, pubbliche o private che si interessano alla crescita economica , al miglioramento della produttività regionale e alla creazione di posti di lavoro.

Non è richiesta nessuna particolare qualifica in capo all’investitore, se non dimostrare la legittima provenienza dei fondi da investire, attraverso:
• dichiarazioni dei redditi,
• bilancio di un’azienda estera in cui l’investitore ha una partecipazione azionaria;
• copia di atti notarili di beni immobili venduti dall’investitore
• ogni altro documento dal quale si evinca che il denaro proviene da una fonte legittima.

In alternativa, è possibile ottenere la Green Card EB-5 tramite investimento diretto.